Restyling di un marchio: progetta l’immagine a somiglianza del target

L’immagine del tuo brand ne rispecchia il posizionamento sul mercato? Ecco come il restyling del marchio ti avvicina al target.

Dopo qualche anno passato in agenzie di comunicazione, non posso che trovare esilaranti alcuni stereotipi del pubblicitario da film che – di fronte alla richiesta del cliente di trovare l’idea vincente che porterà il suo prodotto a ergersi sulla concorrenza – attende un’illuminazione “simildivina”, una scintilla che lo porterà a elaborare l’Immagine perfetta o lo Spot da Oscar. Un modo di fare comunicazione che può avere un senso nella New York anni ’50 della serie tv “Mad Men”, ma che trovo poco davvero realistico oggi, quando il lavoro di un’agenzia è legato a doppio filo al marketing e alle sue dinamiche, a strategie studiate ad hoc sul target di riferimento e – certo – anche alla creatività (non al talento artistico).

Circa un anno fa abbiamo incontrato per la prima volta i responsabili del Collegio Mazza, una realtà che da oltre un secolo è un punto di riferimento nel panorama delle strutture di eccellenza per gli universitari padovani. Si sono rivolti a noi in previsione della campagna iscrizioni, che sarebbe iniziata da lì a pochi mesi. Obiettivo: incrementare il numero di domande di iscrizione. La prima azione della nostra proposta: un restyling di immagine; punto di partenza: il marchio.

Era davvero necessario?

Ecco il vecchio logo:

Collegio Mazza: logo

Sicuramente efficace a metà ‘800, quando l’austerità era sinonimo di serietà. Ma oggi?

Quanti studenti universitari potrebbero riconoscersi nei valori trasmessi da questo marchio?

Prima di tutto ci siamo interrogati su quale fosse il profilo del nostro potenziale utente. Chi è? Cosa fa quando non studia? Quali sono i suoi interessi? Cosa ama, cosa detesta? Il suo stile di vita insomma o il suo profilo psicografico come direbbe l’uomo marketing.

Il potenziale iscritto al Collegio Mazza ha buoni rendimenti scolastici, è motivato, partecipativo, socievole, attento al mondo che lo circonda, viaggia, usa i social network, ma soprattutto è giovane, non ama i luoghi comuni e tutto ciò che può mettere limiti alle sue possibilità di espressione … Per far sì che il Collegio fin dal primo sguardo potesse rispecchiare i suoi studenti moderni, abbiamo ripreso il marchio storico – tuttora giustamente utilizzato per le comunicazioni istituzionali – e lo abbiamo elaborato e trasformato nella simbologia, nel naming, nel pay-off, nella scelta tipografica ecc..

Restyling marchio Sinfonia

Questo il risultato finale:

Sinfonia | Nuovo Marchio Collegio Mazza

A partire dal nuovo stile del marchio, sono stati quindi studiati tutti gli strumenti di comunicazione promozionali del Collegio. Cosa abbiamo fatto? Semplicemente abbiamo messo in dialogo il Collegio con i suoi potenziali iscritti: ora parlano la stessa lingua; si sentono riconosciuti l’uno nell’altro. Abbiamo allargato il target: parliamo a un maggior numero di persone, ampliando quindi le possibilità di un ritorno in termini di iscrizioni. La campagna iscrizioni del 2010 ha registrato un incremento di richieste e di contatti, risultato raggiunto, ma si può sempre migliorare.

Guarda la case history completa sul nostro Portfolio

Veruska Motta

I commenti sono chiusi.

Iscriviti alla newsletter