Instapassion, un brand per il social visual marketing

Instapassion, un brand per il social visual marketing

Immediatezza, emozione e condivisione universale: queste le parole che meglio descrivono il visual marketing nell’epoca della sua rinascita digitale.

Una rinascita, lo affermiamo subito, tutta “social” che ha liberato le immagini dall’esclusività delle pareti di sale espositive o di studi fotografici, per renderle, attraverso i social media, un prodotto libero e ubiquo capace di raggiungere ed emozionare un pubblico più vasto.

Instagram e Pinterest, i due social network per immagini più conosciuti ed utilizzati degli ultimi mesi, rappresentano le corsie preferenziali di questa rinascita grazie alla loro grande capacità di coordinare l’empatia suscitata dalle immagini con la possibilità di interagire in modo fluido con gli altri utenti presenti sui network. Questo il fondamento primo e strutturale che accomuna i due social network e giustifica il loro successo.

A queste caratteristiche condivise, si aggiungono le potenzialità specifiche dei due social network che hanno reso questi due canali diversi rispetto agli altri e particolarmente attraenti.

Fra i punti di forza di Pinterest c’è la capacità di mettere in primo piano gli interessi e le passioni degli utenti grazie alle bacheche tematiche che organizzano foto e immagini per trend. Data la ricchezza del contenuto delle pagine e il numero di “bacheche” contenute in un account, l’utilizzo primario di Pinterest è quello classico su desktop, elemento assolutamente differenziante nel suo rapporto con Instagram.

La genesi di quest’ultimo, infatti, è del tutto mobile: Instagram sfrutta la possibilità di condividere immagini in modo immediato come mezzo per raccontare storie, condividere con gli altri dettagli e momenti della propria vita quotidiana grazie alla sua capacità di sintesi e all’intrinseco carattere istantaneo della fotografia. Il valore aggiunto di quest’ultimo sta nell’immediatezza e nella versatilità dell’applicazione che rende possibile scattare foto con il proprio Smartphone (iPhone e
prossimamente Android) in qualsiasi situazione e postarle in più canali attraverso pochi click.

L’ondata di successo dei social media per immagini non ha tardato a richiamare anche l’interesse dei grandi brand che ne hanno fiutato la grande potenzialità.

Con una logica non aggressiva ma in linea con il flusso dei trend iniziati dagli utenti, i brand possono gestire, con Pinterest ad esempio, una vetrina virtuale dove esporre i propri prodotti con prezzo e link al sito per poterli acquistare in tempo reale;  sarà poi la community a diffonderne i contenuti in modo spontaneo. La bacheca virtuale di un’azienda è un ottimo mezzo per fare showcase delle anteprime delle nuove linee e collezioni, eventuali promozioni riservate agli utenti e allo stesso tempo gestire un portfolio di tutti gli articoli presentati stagione dopo stagione.

Anche l’applicazione mobile-based di Instagram non ha tardato ad entrare nel mirino dei social media manager delle grandi aziende che qui hanno trovato uno strumento di engagement molto valido grazie alla forte attrazione dei contest fotografici e della particolare tecnica vintage che caratterizza i prodotti di questa applicazione.

Un ulteriore aspetto da tenere in grande considerazione è la community nata attorno ad Instagram: gli Instagramers. Si tratta di un gruppo coeso di persone organizzato in nuclei locali (già molte città in Italia godono di un gruppo di Igers), molto attivo sia online che offline, in grado di rendere ottimi risultati su campagne virali e localizzate.

Anche il team di Sinfonia Lab si è fatto contagiare dalla visual-mania: le nuove e inesplorate opportunità dei social network per immagini non potevano non stimolare la nostra creatività!

Il risultato è Instapassion! La filosofia di questo nuovo marchio è fare della comunicazione un mezzo per potenziare progetti ed idee modellandole ad hoc sulle esigenze di ogni singola azienda pronta a cogliere le potenzialità dei nuovi social media.

A questo proposito, abbiamo pensato ad un’azione che, partendo dall’azienda, vada ad agire su più fronti: l’interazione diretta con il brand per captarne le caratteristiche ed esigenze, la formazione del team aziendale, l’elaborazione di una strategia particolare che metta in risalto gli obiettivi dell’azienda e un servizio di consulenza costante sullo sviluppo delle attività.

Si apre una nuova era nel mondo del marketing, rimanete al passo con i tempi, esplorate con noi le frontiere del social visual marketing!

Serena Camillo

I commenti sono chiusi.

Iscriviti alla newsletter